Chiamaci:(+39) 080 348 3472
Accetto Info
Questo sito utilizza i cookie e traccia le informazioni sull'utilizzo dello stesso. Sono usati sia cookie tecnici che di terze parti

I rischi di Natale e Capodanno per i nostri amici a 4 zampe

Pubblicato : 27/12/2018 17:10:00
Categorie : News , Stile

I rischi di Natale e Capodanno per i nostri amici a 4 zampe

I rischi di Natale e Capodanno per i nostri amici a 4 zampe

Durante le festività natalizie le case sono addobbate e ci si prepara a degustare i manicaretti tipici della tradizione religiosa e pagana. Attenzione però ai nostri amici a 4 zampe. In questo periodo festivo sono maggiormente esposti a rischi Tra i pericoli del periodo troviamo l’ALBERO di NATALE con i suoi addobbi che può essere scambiato, dai maschi, per l’albero da colonizzare del parco e come tale essere marcato con una più o meno abbondante minzione ma è anche una curiosità con giocare (in particolare per i soggetti cuccioli) con conseguente demolizione accompagnata talvolta dall’ingestione degli addobbi o di loro parti.

Anche i DONI sotto l’albero possono essere incidentalmente innaffiati da una minzione di marcatura e/o essere distrutti a morsi e zampate per pura curiosità e gioco. Meno frequentemente il PRESEPE è oggetto di minzione ma altrettanto attenzionato dalla demolizione, in particolare dai gatti (soprattutto cuccioli) che con certosina vivacità, se non li ingeriscono, provvedono a sparpagliare e nascondere i vari personaggi nei posti più disparati della casa. Anche la STELLA di NATALE con i suoi colori sgargianti ed il VISCHIO con le sue bacche rosse, stimolano spesso la minzione di marcatura dei maschi e la distruzione a morsi, con l’inevitabile ingestione di parti delle piante estremamente tossiche. Non meno pericolose sono gli ADDOBBI LUMINOSI che con le intermittenze ed i colori attirano l’attenzione dei nostri amici a 4 zampe, con conseguente distruzione a morsi e rischio di rimanere fulminati o quantomeno di ustionarsi la bocca.

Stessa attenzione degli addobbi luminosi va posta alle PROLUNGHE ELETTRICHE che sebbene meno attraenti sono spesso oggetto di morsi e rotture. Non meno interessati risultano i CESTINI di VIMINI, tipici regali della nostra tradizione, contenenti alimenti particolari che oltre ad essere marcati da una bella pipì, possono essere distrutti a morsi e zampate con conseguente ingestione di pezzi di vimini e/o infissione di sue schegge nei piedi o ancora, essere adottati come comoda cuccia da condividere con le derrate alimentari prelibate se già prima non predate. Qualsiasi DECORAZIONE con FILI, SPAGHI, NASTRI, PALLINE, inizialmente può essere un gioco che spesso viene prima distrutto e poi ingerito con conseguente occlusive intestinali anche grave.

Gli ALIMENTI tossici per i cani ed i gatti sono quelli più banali per noi e che mai penseremmo pericolosi per loro. Tra questi ricordiamo il CICCOLATO (contiene teobromina, lontana parente della caffeina, altamente tossica per cani e gatti) in tutte le sue forme, il CAFFE’ (contiene caffeina altamente tossica per cani e gatti), il THE (contiene teina, molto simile alla caffeina), il PANETTONE (di per se ed in piccole quantità non è tossico ma contiene canditi e uvetta che invece sono tossici), il PANDORO (meno tossico del panettone ma troppo ricco in zuccheri), le ARACHIDI (hanno forte potere allergizzante per l’uomo ed ancor più per cani e gatti), AGLIO e CIPOLLA molto presenti nei preparati di Natale (hanno forte potere anemizzante), FAVE e FAGIOLI (poco digeribili, possono causare gastroenterite, vomito, diarrea, intossicazione), LARDO e PIATTI GRASSI tipici della tradizione culinaria del Natale (nei cani e nei gatti possono provocare pancreatiti anche fulminanti), OSSA (di agnello, di pollo e comunque ossa di dimensioni medio-piccole possono causare lesioni al cavo orale, ostruzioni intestinali e pancreatiti), UOVA CRUDE (oltre al rischio Salmonella ed Escherichia, contiene avidina che inibisce l’assorbimento della biotina), PRODOTTI CASEARI soprattutto se stagionati ma anche freschi (possono risultare poco digeribili e causa di vomito e diarrea), ALCOLICI (i cani ed i gatti sono astemi, anche una minima quantità può mandarli in coma etilico), DOLCI e GELATI (qualsiasi dolce della nostra tradizione ha un’alta concentrazione di zuccheri per i cani ed i gatti), FRITTURE (qualsiasi tipo di frittura risulta poco digeribile ed epatotossica), FRUTTA SECCA (tossica per cani e gatti), NOCE MOSCATA (neurotossica per i cani ed i gatti come molte altre spezie), AVOCADO (contiene persina, tossica per cani e gatti).

Non dimentichiamo che incontrarsi con amici e parenti per festeggiare è un piacere per noi, non sempre condiviso dai nostri cani e gatti che vedono invaso il loro territorio da figure a loro non familiari. Da ultimo va fatta una menzione ai “botti”, vero e proprio terrore dei nostri animali e che andrebbero evitati in assoluto o almeno in loro presenza.  

Dott. Diego Boscia

Centro Veterinario degli Ulivi

Viale Federico II di Svevia - 70023 - Gioia del Colle

Condividi questo contenuto